Apertura-Ai-Jutsu

In Accademia potrete praticare la disciplina dell’Ai-Jutsu, creata dal Guru Maharishi Sathyananda. L’Ai-Jutsu si pratica indossando i tradizionali abiti dei Samurai, Kendogi e Hakama, e utilizzando dapprima il Boken in legno e successivamente la Katana. Come per tutte le discipline marziali, è richiesto un comportamento adeguato  al luogo di pratica, “il Dojo”.

L’Ai-Jutsu prevede l’apprendimento di 49 Kata da eseguire con la Katana. Sotto il profilo tecnico, per Kata si intende una serie di movimenti preordinati e codificati, che rappresentano varie tecniche e tattiche di combattimento, insegnate evidenziandone i principi e le opportunità di esecuzione. Ma il Kata è qualcosa di più di un semplice schema. Infatti è fondamentale la capacità del praticante di vivere il Kata, facendo vibrare le corde più profonde del proprio corpo, esercitando autocontrollo sulla respirazione e ricercando efficacia ed armonia nell’esecuzione delle tecniche.
Nell’Ai-Jutsu il Kata – esercizio di forma, volto ad integrare specifiche qualità neuromuscolari nel praticante di un’arte – non è finalizzato alla difesa personale, in quanto viene svolto  un combattimento simulato, che simboleggia l’essere umano in lotta contro le proprie insicurezze. Grazie all’Ai-Jutsu si impara ad affrontare le sfide della vita con più determinazione e coraggio.