Ogni sostanza capace di curare, cioè il medicinale, evoca nel soggetto sano (a dosi ponderali) gli stessi sintomi che cura nel malato (dosi infinitesimali, omeopatiche).
In breve consiste nell’assumere una diluizione infinitesimale della sostanza che, se assunta in dosi ponderali, potrebbe evocare gli stessi sintomi presenti nel malato.

Cosa può curare:
L’omeopatia può essere un valido aiuto per numerosi problemi acuti (es. coliche, dolori gastrointestinali, dolori articolari e/o muscolari, ecc.) e cronici (es. allergie, asma, stati d’ansia, disturbi del sonno, ecc.), eventualmente affiancandosi e coadiuvando terapie già in atto.
Ogni problematica deve essere comunque e necessariamente attentamente valutata: la diagnosi fornirà la corretta prescrizione omeopatica, prendendo in considerazione la totalità dell’individuo.

 

Medicina Integrata