Le ricerche scientifiche riguardo allo Yoga svolto durante la gravidanza hanno dimostrato che questa attività aiuta la futura mamma a mantenere buone condizioni fisiche e psicologiche. Lo Yoga infatti, mantenendo la muscolatura tonica ed elastica, consente di prevenire e contrastare i vizi posturali che durante la gravidanza possono accentuarsi (provocando, ad esempio, il classico mal di schiena), contrasta l’eccesivo aumento di peso, riduce lo stato di gonfiore agli arti inferiori e infine le nausee. A ciò si aggiunga che molte posture dello Yoga possono essere sfruttate durante il parto, poiché aiutano il suo naturale procedere, riducendo il tempo del travaglio e il rischio di possibili complicazioni. Oltre a ciò è importante prendere consapevolezza del funzionamento della muscolatura del pavimento pelvico, in vista della rieducazione post-partum, necessaria a prevenire disturbi urinari.

Per quanto riguarda l’aspetto psicologico, la produzione di endorfine conseguente all’attività fisica aumenta lo stato di benessere, contrastando stress, depressione e ansia. Altro aspetto importante da considerare è il respiro: l’acquisizione delle tecniche di Pranayama, respirazione yogica profonda, è importantissima per la gestione di una respirazione consapevole, requisito indispensabile per incrementare il rilassamento durante le fasi del travaglio e del parto. Le future mamme possono frequentare le lezioni dedicate a partire dal terzo mese sino alla fine della gravidanza; i percorsi sono differenziati e si adattano costantemente ai cambiamenti individuali di ogni praticante. Un mese dopo il parto, la neomamma potrà tornare a praticare lo yoga non solo per tonificare la muscolatura addominale e pelvica, così da evitare mal di schiena e disturbi urinari, ma per rinforzare tutto il corpo, in tal modo evitando tendiniti di spalle e polsi che, possono comparire a causa del sostegno del neonato. L’attività fisica inoltre, come durante la gravidanza, aumenta il benessere psicologico, migliorando l’autostima e l’immagine corporea.