Lo Yoga secondo il Metodo Maharishi Sathyananda ha un’impostazione scientifica e si basa su precise nozioni di anatomia e fisiologia del corpo umano, che gli insegnanti applicano a tutte le attività. Viene proposto un approccio pratico, affinché tutti possano sperimentare quanto lo Yoga influisca sul benessere psico-fisico.

Il metodo, seppure finalizzato al conseguimento delle Asana (posture), risulta un valido strumento anche per migliorare e integrare discipline sportive a livello agonistico. Grazie allo studio delle Asana si migliora la perfetta esecuzione del gesto tecnico e, nel contempo, attraverso dinamiche respiratorie, la capacità di concentrazione e il controllo dell’emotività.

Rispetto a quanti fanno vita sedentaria, nelle persone che praticano Yoga il grasso corporeo è ridotto fino al 40%, la massa muscolare è incrementata del 30%, la densità minerale è maggiore e la pressione sanguigna inferiore: risultati paragonabili a quelli ottenuti praticando con continuità uno sport di media intensità. Nell’era del fitness estremo e del culto del fisico, la nostra Accademia propone obiettivi raggiungibili a qualsiasi età e, pur mirando ad un allenamento intenso, predilige un’attività graduale e mai sfrenata, che esalti e migliori le caratteristiche individuali, in luoghi dove l’intensità dell’esercizio fisico è abbinata al raccoglimento e all’ascolto.

 

 

L’Accademia propone anche attività mirate per bambini e ragazzi con l’obiettivo di preparare i più giovani anche ad altre attività sportive. Infatti, se da un punto di vista atletico, il fisico di un ragazzo è adeguatamente allenato, si avranno senz’altro maggiori capacità con minor probabilità di subire dei traumi dovuti alle reiterazioni di gesti tecnici specifici.

Sono presenti anche corsi riservati allo Yoga in gravidanza, che si propongono di raggiungere o mantenere una muscolatura più tonica ed elastica per prevenire e contrastare i vizi posturali che, in questo delicato momento per la neo-mamma, possono accentuare fastidi e dolori. L’acquisizione delle tecniche di Pranayama, infine, è importantissima per la gestione di una respirazione consapevole, requisito indispensabile per incrementare il rilassamento anche durante le fasi del parto.

.